Trader online: sono sicuri?

Risoluzione stragiudiziale delle controversie
22 Febbraio 2019

Trader online: sono sicuri?

Trader online: sono sicuri?

Il trading online è un servizio che consiste nel mettere a disposizione dei clienti privati un programma per computer che, attraverso la connessione a Internet, permette di visualizzare i titoli presenti su numerosi mercati borsistici italiani ed esteri, e di acquistarli e venderli nel giro di pochi centesimi di secondo.

In poche parole, il trading permette di cercare di guadagnare sfruttando le oscillazioni dei mercati finanziari.

Attenzione però! Questo tipo di servizio deve essere fornito da società finanziare che sono state autorizzate da Consob.

E’ molto rischioso ed inutile affidarsi a broker poco conosciuti che promettono guadagni facili.
Spesso sono società con sedi in paradisi fiscali, o in nazioni i cui controlli non garantiscono trasparenza, rivolgersi a loro può comportare il rischio di perdere in tutto o in parte il capitale investito. 

A mero titolo di esempio:

  • PBN Capital è di proprietà di Capital Tech Ltd. con sede nelle Isole Marshall;
  • 100XFX Ltd. ha sede a San Vincenzo e Grenadine;
  • Eternity Capital Management Ltd, controllante TQR Trade, ha licenza a Cipro, dove peraltro non risulta nemmeno registrato il sito www.tqrtrade.com.
La Consob ha più volte evidenziato che questi soggetti abusivi sono in continua crescita, si tratta di soggetti che offrono la possibilità di fare trading con CFD, Opzioni Binarie etc. ma che non sono controllati da nessuna autorità né nel loro Paese di origine, né in Italia.

Affidatevi dunque solo ed esclusivamente a soggetti, broker ed enti autorizzati, certificati e che non siano stati segnalati dalla Consob.
Ecco una lista dei Broker NON autorizzati ad operare con investitori italiani: FXNOBELS, SWISSINV24, CMP24, Sigma4trade, FXT Premium, TQRTrade .com, Dax-300, Dax1001, TopTrade .fm, worldFXM, europetradefx, dbfxm .com, Londonkapital .com, BrokerYard, Gmotrading .com, MarketsXchange, Xecryptobank (Warning), C.B. Centro Banc.
Ciò fa ritenere che, purtroppo, se si cade nelle “trappole” di queste società le possibilità di recuperare le somme “investite” è molto remota.

Ti ricordiamo che Tutelattiva è un’associazione senza scopo di lucro che si sostiene grazie alle quote associative e ai contributi ricevuti a finanziamento dei progetti: per questo il tuo aiuto è così importante per noi!

Per ogni ulteriore chiarimento scriveteci a sportello@tutelattiva.itoppure contattateci al n. 0114346964

Tutelattiva